You are currently browsing the category archive for the ‘Luoghi comuni sul tedesco’ category.

I MIA. sono un gruppo elettro-pop berlinese, nato negli anni ’90 come band scolastica (qui il loro sito ufficiale).  Iniziano cantando in inglese, come molti artisti tedeschi, per poi dedicarsi alla loro lingua. Riescono a firmare con una major discografica e ben presto diventano famosi, sfornando singoli e trascorrendo la maggior parte del tempo in tournée. I primi pezzi hanno sound più punk ma col tempo lo stile si evolve e diventa istrionico come la frontwoman del gruppo: Mieze Katz (pseudonimo di Maria Mummert), un vero e proprio animale da palcoscenico, camaleontica e magnetica. Lei e gli altri componenti della band sono socialmente impegnati soprattutto contro razzismo, estremismo politico, antisemitismo e analfabetismo (e questo c’è da dire che rende loro merito).

I MIA. hanno all’attivo 4 album e il quinto è uscito da poche settimane. Vi propongo una carrellata dei loro successi in ordine cronologico, buon ascolto!

Enhanced by Zemanta
Annunci

Deutsche Sprache, schwere Sprache! Quando tento di trasmettere la mia passione per la lingua tedesca, per la sua bellezza e musicalità, mi sento dire “il tedesco musicale? ma cosa dici!? senti per caso canzoni tedesche alla radio?”. E infatti è vero, canzoni tedesche alla radio italiana non se ne sentono. Purtroppo, aggiungerei. Anni fa, durante la bolgia dell’euro techno-dance anni ’90, spopolava ‘Eins Zwei Polizei‘ di Mo-Do, che ha insegnato a un’intera generazione a contare fino a 8 in tedesco! C’è da dire, però, che il vocione del cantante e il ritmo dance ossessivo non ha aiutato molto nel far percepire il tedesco come lingua musicale!

In questa rubrica vorrei portare avanti una mia modesta crociata contro questo pregiudizio. Il tedesco è una lingua musicale, ci sono belle canzoni in lingua tedesca e i nuovi gruppi stanno facendo risalire la china alla scena musicale germanofona. Intraprenderemo insieme un piccolo viaggio, attraverso vari generi musicali, che ci faranno conoscere artisti di ieri e di oggi. E poi, imparare a canticchiare in lingua è un ottimo esercizio per affinare  le proprie capacità di comprensione all’ascolto, nonché per migliorare la pronuncia, croce e delizia di chiunque apprenda una lingua straniera!

Rubrica deutsche Musik
foto: Maria Teresa De Roberto

 

**E’ vietata la riproduzione, anche parziale, di contenuti e grafica senza specifica autorizzazione.

Tra i tanti luoghi comuni sulla Germania spicca quello sulla sua massima rappresentante, la cancelliera Angela Merkel.

In barba allimmagine di una donna politica rigida, inflessibile, posata e impassibile, la cancelliera tedesca ha un animo decisamente passionale. Non ci credete? Allora non l’avete mai vista durante una partita di calcio di una squadra tedesca, dove diventa una tifosa in piena regola!

Non lasciatevi ingannare dal contegno impeccabile mostrato durante la visita alla Deutscher Fussball-Bund, la nazionale di calcio tedesca, vicino Danzica, in Polonia. Quando l’arbitro fischia il calcio d’inizio, la Merkel si trasforma, sfoderando un repertorio di espressioni buffe che, inevitabilmente, diventano comiche.

Poco meno di un mese fa, il 19 maggio, l’abbiamo lasciata impietrita per il risultato della finale di Champions League, dove il “suo” Bayern München è stato battuto dal Chelsea.

fonte: en.wikipedia.org

Una sorta di rivincita inglese, dopo la pesante sconfitta rimediata dagli inglesi agli scorsi campionati del mondo proprio a opera della Germania. E lì la Merkel non è riuscita a trattenere un ghigno per la grande vittoria tedesca, di nuovo accanto al primo ministro britannico, David Cameron.

Ma il top Angela ce lo regala sugli spalti al campionato del mondo in Sud Africa, dove è stata immortalata in espressioni di incontenibile gioia e visibile sofferenza durante la trionfale cavalcata della sua nazionale, approdata nella finale poi persa contro la Spagna.

Ora che gli Europei in Polonia-Ucraina sono in pieno svolgimento, come ci stupirà? Proverà a contenersi o si lascerà andare al tifo? Staremo a vedere, anche se noi siamo sicure che non ci deluderà. 🙂

fonte: La Stampa

fonte: candidonews.wordpress.com

(Facciamo una piccola postilla sulla strage dei cani in Ucraina, un fuori tema rispetto all’argomento leggero trattato in questo post. La strage dei cani è un atto riprovevole che condanniamo e che getta una brutta ombra su quella che doveva essere solo una grande festa per un evento sportivo molto sentito.)

Circa Trenta anni fa numerosi cantanti tedeschi raggiunsero la fama mondiale. Chi non ha mai sentito parlare di gruppi come Propaganda, Alphaville, Modern Talking, o Scorpions? Purtroppo, però, queste band raggiungevano notorietà solo perché cantavano in inglese. Negli ultimi anni, invece, le cose sono cambiate e si assiste a una vera rinascita della musica tedesca.

Poiché la musica è espressione e documento dell’epoca in cui nasce, è imprescindibile dal rapporto triadico tempo-cultura-lingua e, di conseguenza, si rivela un utilissimo strumento per un approccio comunicativo all’apprendimento della lingua. Attraverso l’uso di canzoni orecchiabili, si può capire che il tedesco non si trova solo sui libri di testo e le grammatiche. Un approccio musicale alla lingua può essere fondamentale non solo per tenere alta la motivazione, ma soprattutto per abbattere il solito pregiudizio del tedesco come lingua “dura” e “non melodiosa“.

Qui sotto vi propongo una canzone dei Wir Sind Helden, uno dei tanti gruppi della nuova Neue Deutsche Welle, ovvero la nuova scena musicale tedesca che canta in tedesco, trattando una varietà di temi, dal più faceto al più impegnato. Ho scelto questa canzone perché, oltre a essere piacevolmente orecchiabile, ma non per questo scontata, le parole sono scandite bene e questo rende più facile la comprensione del testo. Buon ascolto!

**E’ vietata la riproduzione, anche parziale, di contenuti e grafica senza specifica autorizzazione.

Enhanced by Zemanta